30Maggio2024

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Lavandaio, ex discarica e canile: in corso il ripristino dei danni dell'alluvione 2013

Il comune di Pisticci ha appaltato all’inizio di ottobre i lavori di bonifica e consolidamento della discarica comunale dismessa in contrada Lavandaio: un’opera finanziata dalla regione Basilicata, per un importo di 400 mila euro, nell’ambito degli interventi urgenti per l’alluvione del 7/8 ottobre 2013.
L’area, una zona in piano, ma ai piedi una pendenza, venne danneggiata dall’impeto dell’acqua che trasformò il canale che separa la vecchia discarica dal canile comunale in un vero e proprio torrente impetuoso, capace, una volta ingrossato dalle fortissime piogge di quei giorni, di danneggiare sia il ricovero degli amici a quattro zampe che la discarica stessa. Vennero alla luce i rifiuti accumulati fino alla scarpata che si affaccia sul rigagnolo, stoccati lì e messi in sicurezza, se così si può dire, secondo le regole di un tempo, sicuramente meno restrittive delle attuali. Nello stesso tempo si rese necessario chiudere il ricovero e trasferire tutti i cani in altra sede.
“I lavori attualmente in corso – spiega l’assessore comunale Pasquale Grieco – sono finalizzati ad installare un sistema di regimentazione delle acque mediante l’apposizione di gabbioni, che ridefiniscono l’alveo del canale, servono da contenimento della scarpata della vecchia discarica e fungono da paratie laterali del canile che, in parte, venne sventrato durante l’alluvione”.
Nel frattempo sono stati ultimati attraverso un altro appalto i lavori di ripristino della recinzione dello stesso canile e del suo ingresso, pure danneggiati dall’alluvione. “Una volta completati i lavori attualmente in corso – prosegue Grieco – avremo tutto l’interesse a riportare i cani nella nostra struttura comunale, considerando comunque che il loro numero è maggiore della sua capacità ricettiva”. Parte dei cani resterà pertanto nel ricovero di Matera, ma questa ormai non è una novità. Gli esuberi c’erano anche prima della chiusura del canile comunale di Lavandaio, che adesso potrà essere riaperto.
Per tornare ai lavori in corso, la gara d’appalto è stata vinta dalla ditta Rocco Caruso per 175.800 euro. L’importo del contratto è stabilito in 232.766 euro su una base d’asta di 300.000 euro. La direzione lavori è stata affidata all’ ingegnere Salvatore De Angelis, il rup è il geometra Mario Pompeo Iannuzziello. I lavori dovranno essere ultimati entro 60 giorni dalla data di consegna, avvenuta alcuni giorni dopo la stipula del contratto, firmato lo scorso 8 ottobre.
Gli interventi in corso prevedono anche “operazioni di pulizia della vegetazione che può ostruire il deflusso dell’acqua. Verrà consolidata – conclude Grieco – la parte interessata dall’alluvione. I gabbioni hanno, infatti, un’elevata tenuta e faranno in modo che il passaggio dell’acqua non determini altri danni in futuro”.

Roberto D'Alessandro