04Marzo2024

Sei qui: Home Cronaca Gip rigetta ricorso: gli accusati restano in carcere. Sabato l'incidente probatorio

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Gip rigetta ricorso: gli accusati restano in carcere. Sabato l'incidente probatorio

E' stato fissato per la mattina di sabato prossimo, 19 settembre, nel palazzo di giustizia di Matera, l'incidente probatorio nell'ambito delle indagini sulla violenza sessuale subita da due ragazzine inglesi durante una festa in una villa di Marconia di Pisticci, reato di cui sono accusati sette giovani, quattro dei quali sono detenuti in carcere. Lo ha deciso ieri il gip di Matera, Angelo Onorati.
Lo stesso gip ha respinto il ricorso per l'attenuazione della misura cautelare presentato dagli avvocati dei quattro giovani in carcere nell'ambito dell'indagine.
Il giudice per le indagini preliminari ha quindi confermato la custodia cautelare in carcere per i quattro giovani, che hanno tra i 19 e i 23 anni, e che lo scorso 11 settembre sono stati arrestati dalla Polizia.
Nel frattempo le persone raggiunte dai provvedimenti restrittivi hanno sporto querela contro gli agenti della Penitenziaria, accusati di lesioni per le botte subite all'ingresso in cella.
Si è già svolto in procura, intanto, un accertamento tecnico irripetibile, in particolare sugli organi genitali, come riporta Il Quotidiano del Sud in un articolo di Antonio Corrado: “Un atto medico – legale finalizzato a verificare se ci siano segni di morsi o altro, considerando che una delle due vittime dello stupro, ha dichiarato di aver provato a difendersi proprio con un morso ai genitali dello stupratore di turno”. Sulle vittime è stato anche svolto un esame ginecologico “finalizzato ad accertare lacerazioni o altri chiari segnali della violenza subita”.
Nel corso dell'incidente probatorio saranno analizzati anche i reperti sequestrati, fra i quali cellulari ed abiti. Previsti anche la cosiddetta “ricognizione degli indagati” e l'avvio degli esami di tipo biologico sugli indumenti.