04Marzo2024

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Ritardi per l’avvio in sicurezza dell’anno scolastico: genitori preoccupati

In riferimento alle note del Sindaco di Pisticci del 27-08-2020 e del Dirigente scolastico dell’I.C. Quinto Orazio Flacco di Marconia dell’1-09-2020, in risposta alla nota del Dirigente dell’Ufficio Regionale Scolastico della Basilicata del 27-08-2020 in cui l’URS sollecitava l’attuazione di misure e lavori previsti in conferenza di servizio, i genitori componenti del consiglio d’istituto, insieme ai rappresentanti di classe, dell’I.C. Quinto Orazio Flacco di Marconia, evidenziano come già da settimane avessero manifestato, anche attraverso comunicati stampa, la crescente preoccupazione in merito all’avvio in sicurezza dell’anno scolastico 2020/2021.
In data 1-09-2020 una delegazione di genitori del comprensivo Flacco è stata ricevuta dal Sindaco di Pisticci, la quale, insieme al vice-sindaco e ai rappresentanti dell’ufficio tecnico e dell’ufficio scuola, con grande disponibilità, ha provato a rispondere ai dubbi e alle perplessità dei genitori.
Rispetto alle richieste avanzate dall’I.C. Quinto Orazio Flacco (il quale, rispetto al numero degli alunni, ha necessità di dotarsi di n. 2 aule per la scuola dell’infanzia, n. 8 aule per la scuola primaria e n. 5 aule per la scuola media) il Comune di Pisticci ha individuato 8 spazi, tutti facenti parte della ex scuola primaria di Tinchi, che, come specificato durante la riunione, verserebbe in condizioni consone all’utilizzo che se ne richiede. I locali, però, sono ad oggi ancora parzialmente occupati dal Centro per l’impiego della Provincia di Matera.
Alla richiesta dei genitori circa i tempi di consegna dei locali, è stato risposto che verosimilmente ciò avverrà dopo il referendum che si terrà i prossimi 20 e 21 settembre.
Rispetto alla scuola media, attualmente interessata da lavori di efficientamento energetico, la riconsegna della struttura da parte della ditta appaltatrice dei lavori dovrebbe avvenire tra una settimana. Solo in seguito il Comune di Pisticci potrebbe effettuare i necessari lavori di adeguamento, richiesti dall’I.C. Flacco.
Per la scuola dell’infanzia, i due spazi necessari per garantire a tutti i bambini il diritto alla frequenza, potrebbero rendersi disponibili solo a seguito di eventuale approvazione del MIUR del progetto presentato dal Comune di Pisticci per affitti e acquisto, leasing o noleggio di strutture temporanee da destinare ad attività didattiche per l’anno scolastico 2020/21.
In seguito all’incontro con il Comune di Pisticci, soddisfatti per l’individuazione di una struttura che possa scongiurare i doppi turni, ma preoccupati per i tempi dei riconsegna delle scuole, i rappresentanti dei genitori hanno incontrato il Dirigente Scolastico dell’I.C. Quinto Orazio Flacco, ricevendo dalla stessa rassicurazioni circa la continuità didattica, ma apprendendo che la scuola non abbia avuto la possibilità – fino a questo momento – di effettuare il necessario sopralluogo dell’edificio di Tinchi in cui dovrebbero essere allocate le classi aggiuntive della scuola primaria.
Alla luce di quanto appreso durante gli incontri, appare chiaro che diverse sono le criticità da affrontare, tra le quali tre assumono una particolare importanza:
La consegna dei nuovi locali della ex scuola primaria di Tinchi dopo il referendum del 20 e 21 settembre, vuol dire che la data di consegna reale non potrebbe che essere il 23 settembre, e cioè il giorno prima dell’apertura della scuola. Come può la scuola, in un solo giorno, provvedere alla sanificazione e alla sistemazione dei locali per renderli conformi alla normativa in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro e, in particolare, rispetto alle misure da adottare per prevenire e contrastare la diffusione del contagio da Covid-19?
La riconsegna della scuola media tra una settimana dalla ditta appaltatrice al Comune, a cui si aggiungono i tempi necessari per l’adeguamento dei locali alle nuove esigenze, come potranno permettere alla scuola sanificazione e sistemazione dei locali per renderli conformi alla normativa in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro e, in particolare, rispetto alle misure da adottare per prevenire e contrastare la diffusione del contagio da Covid-19?
Essendo, l’I.C. Flacco carente di spazi, come potrebbe reperire al suo interno nuovi locali da adibire a nuove classi per la scuola dell’infanzia? E se questi spazi non dovessero essere reperiti (come attualmente appare evidente) si dovrebbe negare ai bimbi più piccoli il diritto a frequentare la scuola?
Alla luce di quanto esposto, i rappresentanti dei genitori fanno appello alle istituzioni e agli enti in indirizzo affinché in questo momento si concentrino le energie e gli sforzi per aiutare il Comprensivo Quinto Orazio Flacco ad avviare in sicurezza l’anno scolastico 2020/2021.
Allo stesso modo si fa appello alle istituzioni e agli enti in indirizzo affinché anche per la scuola media e per la scuola dell’infanzia del nostro istituto si individuino – con lo sforzo e l’impegno di tutti – soluzioni immediate, eventualmente considerando anche la possibilità di affitto di strutture private.
I genitori sono e saranno sempre al fianco delle istituzioni per fare squadra a tutela dei bambini e della loro serenità e sicurezza.
Con la speranza che nessun bambino, nessuna maestra e nessuna classe vengano lasciati soli, si porgono distinti saluti.

C.D.I. I.C. Quinto Orazio Flacco – Componente genitori
Scuola Primaria San Giovanni Bosco – Rappresentanti di classi