30Maggio2024

Sei qui: Home Cronaca L'acqua dissotterra una discarica. Il danno ambientale di Lavandaio

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

L'acqua dissotterra una discarica. Il danno ambientale di Lavandaio

E’ proprio il caso di abusare del notorio detto. Nel territorio di Pisticci piove sul bagnato. Ed i confini dell’emergenza post nubifragio si dilatano invece di restringersi. Adesso ci mancava soltanto il disastro ambientale o, a voler evitare il rischio di passare per sensazionalisti, qualcosa di molto simile.
Lungo un canale di deflusso acque che costeggia il canile in contrada Lavandaio la forza della piena, oltre ad aver sovrastato e danneggiato il ponticello lungo la strada per Feroleto, ha asportato la fitta vegetazione e porzioni di terreno facendo riemergere l’immondizia della vecchia discarica comunale. La prima discarica del territorio, nella quale confluivano principalmente i rifiuti di Marconia, aperta circa 40 anni fa, era stata chiusa, da prime ricostruzioni, negli anni ’80 con le regole dell’epoca, ovvero sotto un metro scarso di terra.
p1500993
p1500995
p1500997
p1510024
p1510031
p1510037
p1510038
p1510042
p1510048
p1510051
p1510056
p1510058
L’acqua, adesso, l’ha scavata in più punti sparpagliando una enorme quantità di rifiuti per diversi chilometri a valle e venendo così a creare una forte criticità di ordine ambientale ed igienico – sanitario. “Abbiamo preso atto della situazione – spiega l’assessore all’ambiente Grieco – e faremo presto una relazione tecnica più dettagliata. Da aggiungere alle richieste di aiuti per i danni subiti dal nubifragio”.
Gli uffici sono a lavoro anche per avere un quadro dettagliato. Occorrerà capire l’estensione della discarica, i tempi di durata dei conferimenti, la quantità di rifiuti trasportati dall’acqua e la tipologia di intervento necessario per la bonifica e la messa in sicurezza dell’area. Da quanto si può osservare sembra che il canile sia stato costruito sulla discarica. Certo è che, da un nostro sopralluogo l’area interessata è vasta. L’acqua ha portato cumuli di rifiuti antichi, ma spesso intatti, anche molto più a valle, rendendo maleodorante la zona da cui sono stati risvegliati dal loro sonno trentennale.
Roberto D'Alessandro