25Luglio2024

Sei qui: Home Cronaca Nubifragio 2013, iniziano lavori su ex discarica Lavandaio

Download Template for Joomla Full premium theme.

Deutschland online bookmaker http://artbetting.de/bet365/ 100% Bonus.

Online bookmaker bet365

Nubifragio 2013, iniziano lavori su ex discarica Lavandaio

Primi interventi urgenti in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici dell’ottobre 2013, che colpirono pesantemente il territorio comunale di Pisticci. Si inizia con i lavori di bonifica e  consolidamento della discarica dismessa in località Lavandaio nei pressi di Marconia.
Il progetto non è stato redatto dall’area tecnica del comune, ma da un professionista esterno abilitato, l’ingegner Salvatore De Angelis, mentre il responsabile unico del procedimento (RUP) sarà il geometra comunale Mario Pompeo Iannuzziello.
L’importante opera  riguarda le attività di manutenzione straordinaria, al fine di  mettere l’area in completa sicurezza e per evitare ulteriori eventi di cedimento del terreno lungo il canale denominato “Fosso Lavandaio”, adiacente  all’area  oggetto dell’intervento. In particolare è previsto un decespugliamento del terreno con pulizia completa dell’area, la realizzazione del contenimento del terreno mediante opere di  gabbionatura metallica e ciottoli di fiume;  realizzazione di un fosso di guardia  che  abbia come obiettivo di convogliare le acque meteoriche; la realizzazione di una recinzione dissuasiva lungo il lato che costeggia la strada. E’ previsto inoltre il ripristino superficiale della strada comunale mediante esecuzione di opere con tappetino di usura e il montaggio di guardrail in corrispondenza del ponte che attraversa il canale.
Tutte le aree oggetto di opere sono di proprietà dell’Amministrazione Comunale e sono accessibili direttamente dai tratti stradali interessati. L’area di intervento è sottoposta a vincolo ambientale e paesaggistico di cui al DM 42/2004 ed a vincolo idrogeologico. Da qui la necessità di ottenere i relativi nulla osta regionale prima dell’inizio dei lavori, che seguiranno l’ordine di intervento in base alla programmazione definita dall’impresa appaltatrice, sentita la direzione dei lavori e in accordo con l’Amministrazione comunale.
Per quel che concerne  il costo dell’opera, l’importo totale previsto nel progetto esecutivo è pari a euro 400 mila, di cui 85 mila a disposizione dell’Amministrazione comunale.

Michele Selvaggi